share comment comment lights lights
Embed This Video close
Condividi Questo Video close
bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark
embed test

Equity crowdfunding
Marche all’avanguardia

Il tavolo dei relatori

Il tavolo dei relatori

Michela Centioni

Michela Centioni

Marche all’avanguardia nell’equity crowdfunding, la nuova forma di crowdfunding (ovvero “finanziamento collettivo”) che consente a start up e piccole e medie imprese innovative di trovare soci di capitale attraverso portali on line. Se ne è parlato oggi a Civitanova, all’Hotel Miramare, in un incontro organizzato da Next Equity Crowdfunding Marche, la prima società in regione ad aver ricevuto dalla Consob l’autorizzazione per l’esercizio di questa attività, ed una delle cinque in Italia operative in questo campo.

Michela Centioni_tavolo relatoriNext Equity, nata nel 2014 a Civitanova, è stata al centro dell’attenzione degli operatori del settore per aver  concluso con successo, in soli due mesi, la prima campagna di raccolta di 452.000 euro in favore della giovane impresa Bioerg ed ora lancia un nuovo progetto per Umuve, start up innovativa attiva nel campo della logistica integrata per il settore arredo. L’Italia è il primo paese ad aver introdotto lo strumento dell’equity crowdfunding, che si sta dimostrando un interessante fattore di sviluppo: “E’ molto importante che anche nelle Marche il mercato dei capitali si apra a questi nuovi strumenti e il grande successo della prima operazione di Next Equity è un ulteriore motivo di soddisfazione – ha detto Fabrizio Luciani, presidente del terziario innovativo di Confindustria Marche –. Oggi in realtà c’è abbondanza di capitali, ma servono idee e canali innovativi perché vengano investiti”.

plateaMichela Centioni e Domenico Formica di Next Equity hanno spiegato il funzionamento di questo strumento di finanza alternativa: viene selezionata la migliore proposta di business e lanciata l’offerta on line, dove la start up o pmi può illustrare i dettagli della propria idea di business ad una platea molto più vasta rispetto ai canali tradizionali; allo stesso tempo, il potenziale investitore può trovare brillanti idee di business e decidere di sottoscrivere azioni o quote dell’impresa, diventandone socio a pieno titolo. La nuova raccolta capitali avviata dal portale Next Equity riguarda Umuve, azienda di Pescara che ha lanciato il progetto “Abile” per il settore arredo. Come hanno spiegato Giuseppe Farchione e Fabrizio Basciani, rispettivamente presidente e direttore di Umuve, Abile vuole rispondere alla frammentazione che esiste oggi nella logistica per il settore arredo, proponendo una piattaforma integrata in grado di rispondere alla richiesta di gestione e movimentazione dei prodotti: “Manca oggi un operatore capace di rispondere a queste esigenze a 360 gradi – ha detto Giuseppe Farchione -; una innovazione che può essere molto interessante in particolare per l’e-commerce, che nell’arredo cresce a ritmi del 40% all’anno”. L’obiettivo di raccolta per Umuve è di 700mila euro in cambio di una quota di partecipazione pari al 49,37%: la somma verrà impiegata per completare la piattaforma informatica, lanciare il marchio Abile e proporre il modello anche ad altri Paesi. All’incontro è intervenuto anche Giulio Bolzonetti, dirigente dell’Università di Camerino: l’Ateneo ha infatti siglato una partnership con Next Equity per fornire la propria consulenza nella selezione delle proposte. All’incontro era presente anche il sindaco di Civitanova, Tommaso Claudio Corvatta.

Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n.575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco - Responsabilità dei contenuti - Privacy Policy
Materiale coperto da Licenza Creative Commons
© Cronache Maceratesi 2015 | Cronache Maceratesi Video