share comment comment lights lights
Embed This Video close
Condividi Questo Video close
bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark bookmark
embed test

Al limiti del paradosso, il fenomeno Pasqualina

A sette anni dalla sua morte, Pasqualina continua ad affascinare. A dimostrarlo il convegno “Ai limiti del paradosso. Divagazioni sui concetti di spazio e tempo partendo dal fenomeno Pasqualina” che, organizzato dall’associazione culturale Le Casette e dall’Accademia dei Catenati, ha visto la sala della Biblioteca Statale di Macerata gremita di interessati e semplici studiosi.  Il convegno si è posto l’ardito, e centrato, obiettivo, di analizzare il fenomeno dal punto di vista medico e scientifico.

Franco Rustichelli

Franco Rustichelli, Pierluigi Pianesi, Gabriele Borsetti e Maurizio Pincherle

“In una città come Macerata – ha sottolineato il presidente dell’associazione  Le Casette  Pierluigi Pianesi – è inedito un momento dedicato alla scienza. Abbiamo quindi voluto degli uomini di scienza anche per capire il modo diverso di muoversi, nello spazio e nel tempo, di Pasqualina, alla luce di nuove teorie di cui spesso abbiamo solo conoscenza superficiale”.

Angiola Maria Napolioni, Pierluigi Pianesi, Stefano Petracci e Isidoro Sparnanzoni

Isidoro Sparnanzoni, studioso di parapsicologia e autore del libro “Pasqualina la chiaroveggente. Là dove non osa il vento” e Stefano Petracci, professore di Scienze Umane a Macerata, hanno ripercorso l’unicità di Pasqualina, ricordando episodi e testimonianze, oltre a sottolineare la posizione non sempre benevola della medicina ufficiale. “mentre i medici di base e coloro che operavano attivamente – ha detto Sparnanzoni – si affidavano a lei e la interpellavano, l’Ordine dei medici non condivideva e la Federazione dei medici persino denunciò la Montesanta per essersi presa gioco dei dottori. Il procedimento fu comunque archiviato senza conseguenze”.
E’ stato Franco Rustichelli, professore di Fisica nella facoltà di medicina dell’Università di Ancona a riportare la questione sul piano puramente scientifico, anche se la sua scienza è a portata di ognuno, facilmente accessibile e regala speranza. Tanti gli esempi pratici e legati all’attualità fatti dal professore che ha anche rivelato che a Civitanova si invecchia meno che a Macerata: “E’ possibile rallentare il tempo – ha spiegato – avvicinandosi ad un campo gravitazionale quindi per rallentare il tempo, anche se di pochissimo, si può andare da Macerata a Civitanova”. Rustichelli ha anche parlato di immortalità: “Non è così difficile ottenerla, basta la mia teoria della dinamicità costante per cui attualmente un uomo di 59 anni ha una speranza di vita di altri 21 anni, ma se il prossimo anno, grazie a scoperte scientifiche la speranza di vita aumenterà di un anno, avrà ancora 22 anni”.
Perchè in natura esistono anche errori o procedimenti non perfetti? “Semplice – risponde il professore – la natura ha i suoi limiti, è potentissima ma non è Dio. La fisica è una scienza giovanissima – ha concluso – e noi abbiamo solo grattato la superficie, c’è ancora così tanto da scoprire”.
Gabriele Borsetti, docente di Psichiatria nella facoltà di Medicina dell’Università di Ancona ha spiegato con la sincronizzazione i fenomeni parapsichici.
Ha concluso Maurizio Pincherle, il primario del reparto di neuropsichiatria infantile dell’ospedale di Macerata, il quale ha ripercorso gli esperimenti fatti all’interno della piramide di Cheope in Egitto (leggi l’articolo): “Abbiamo osservato come all’interno del sarcofago nella Camera del Re, in un soggetto che si sdraia all’interno, il ritmo alfa, che di solito è rilevabile solo nelle aree posteriori del cranio, si diffonde invece ovunque. Lo stesso fenomeno è rilevabile in caso di meditazione, estacy mistiche, nei veggenti di Medjugorie e nei medium”.








 

 

 

 

 

 

Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n.575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco - Responsabilità dei contenuti - Privacy Policy
Materiale coperto da Licenza Creative Commons
© Cronache Maceratesi 2015 | Cronache Maceratesi Video